Sicurezza

Percorso Formativo per Rspp - Modulo C - Specializzazione

Corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP, per chi sia già in possesso dei requisiti richiesti (Mod.A base, Mod. B comune, diploma istruzione secondaria).

Crediti Formativi

La formazione del RSPP costituisce credito formativo permanente Le Regioni e Province autonome riconoscono reciprocamente gli attestati rilasciati nei rispettivi territori. L'Accordo Stato-Regioni rep.n°128/CSR del 7 luglio 2016 riconosce i seguenti crediti formativi alla conclusione del percorso formativo dei RSPP: - DL/RSPP, LAVORATORE, PREPOSTO, DIRIGENTE, RLS

 

Programma

DECORRENZA DELLA FORMAZIONE
I RSPP dovranno essere avviati ai rispettivi corsi di formazione prima di ricoprire l’incarico

PROGRAMMA

UNITÀ DIDATTICA C1 – 8 ORE

• Ruolo dell’informazione e della formazione
• Dalla valutazione dei rischi alla predisposizione dei piani di informazione e formazione in azienda (d.lgs. n. 81/2008 e altre direttive europee).
• Le fonti informative su salute e sicurezza del lavoro.
• Metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.).
• Strumenti di informazione su salute e sicurezza sul lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, ecc.).
• La formazione: il concetto di apprendimento.
• Le metodologie didattiche attive: analisi e presentazione delle principali metodologie utilizzate nell’andragogia.
• Elementi di progettazione didattica: analisi del fabbisogno, definizione degli obiettivi didattici, scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi, metodologie didattiche, sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda.

UNITÀ DIDATTICA C2 – 8 ORE
La valutazione del rischio come:
• processo di pianificazione della prevenzione;
• conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l’individuazione e l’analisi dei rischi con particolare riferimento ad obblighi, responsabilità e deleghe funzionali ed organizzative;
• elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza adottati.
Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI-INAIL integrazione confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO, ecc.).
Il processo del miglioramento continuo.
Organizzazione e gestione integrata:
• sinergie tra i sistemi di gestione qualità (ISO 9001), ambiente (ISO 14001), sicurezza (OHSAS 18001);
• procedure semplificate MOG (DM 13/02/2014); - attività tecnico amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici);
• programma, pianificazione e organizzazione della manutenzione ordinaria e straordinaria.
La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (d.lgs. n. 231/2001): ambito di operatività e effetti giuridici (art. 9 legge n. 123/2007).

UNITÀ DIDATTICA C3 – 4 ORE
l sistema delle relazioni: RLS, datore di lavoro, medico competente, lavoratori, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc.
Caratteristiche e obiettivi che incidono sulle relazioni.
Ruolo della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro.
Individuazione dei punti di consenso e disaccordo per mediare le varie posizioni.
Cenni ai metodi, tecniche e strumenti della comunicazione.
La rete di comunicazione in azienda.
Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica.
Chiusura della riunione e pianificazione delle attività.
Attività post-riunione.
La percezione individuale dei rischi.
Aspetti sindacali: Negoziazione e gestione delle relazioni sindacali., Art. 9 della legge n. 300/1970, Rapporto fra gestione della sicurezza e aspetti sindacali, Criticità e punti di forza.

UNITÀ DIDATTICA C4 – 4 ORE
Cultura della sicurezza:
– analisi del clima aziendale;
– elementi fondamentali per comprendere il ruolo dei bisogni nello sviluppo della motivazione delle persone.
Benessere organizzativo:
– motivazione, collaborazione, corretta circolazione delle informazioni, analisi delle relazioni, gestione del conflitto;
– fattori di natura ergonomica e stress lavoro correlato.
Team building
– aspetti metodologici per la gestione del team building finalizzato al benessere organizzativo.
ESCLUSIONI
Ai fini della formazione per RSPP e ASPP, la partecipazione a corsi di formazione finalizzati all’ottenimento e/o all’aggiornamento di qualifiche specifiche come quelle, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, dei lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione delle emergenze di cui agli artt. 44, 45 e 46 del d.lgs. n. 81/2008, dei formatori della sicurezza, dei lavoratori incaricati secondo art.73 non è da ritenersi valida.
La formazione non comprende l’addestramento

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI E ATTESTAZIONI
Verifiche apprendimento
- test somministrati alla fine di ogni unità didattica per un totale minimo di 30 domande ciascuna con almeno tre risposte alternative (esito positivo dato dalla risposta corretta ad almeno il 70% delle domande);
- colloquio individuale finalizzato a verificare le competenze organizzative, gestionali e relazionali acquisite.

Al termine del corso, previo controllo della frequenza del 90% delle ore di formazione, dopo il superamento della prova di verifica sarà rilasciato un attestato secondo la circolare n°7 del 12 settembre 2012 della Regione Lombardia
DOCENTE FORMATORE
I docenti sono in possesso dei requisiti previsti dal decreto interministeriale 6 marzo 2013, emanato in attuazione dell'articolo 6, comma 8, lettera m- bis), del d.lgs. n. 81/2008, entrato in vigore il 18 marzo 2014, requisiti obbligatori in tutti i corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, fatti salvi quelli nei quali i requisiti dei docenti siano già previsti da norme specifiche.

 

Destinatari

E' rivolto a chiunque in possesso dei requisiti richiesti (Mod.A base, Mod. B comune, diploma istruzione secondaria) che voglia acquisire la E' rivolto a chiunque in possesso dei requisiti richiesti (Mod.A base, Mod. B comune, diploma istruzione secondaria) che voglia acquisire la formazione obbligatoria prevista dall'Accordo Stato Regioni del 7/7/2016 per assumere il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP). Come il Modulo A e il Modulo B comune anche il Modulo C di specializzazione è obbligatorio per lo svolgimento delle funzioni degli RSPP.

 

Requisiti minimi di partecipazione

Mod.A base, Mod. B comune, diploma istruzione secondaria

 

Durata

25.00 ore

 

Quota di adesione:

€ 500,00 + IVA per le aziende associate a Associazione Piccole e Medie Industrie della Provincia di Lecco

€ 650,00 + IVA per le aziende non associate a Associazione Piccole e Medie Industrie della Provincia di Lecco

 

Date e Sedi di svolgimento

21/09/2022 13.30-17.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

28/09/2022 13.30-17.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

05/10/2022 08.30-12.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

05/10/2022 13.30-17.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

12/10/2022 08.30-12.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

19/10/2022 08.30-12.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

19/10/2022 12.30-13.30 presso A.P.I. Lecco - Via Pergola, 73 - 23900 Lecco

 

© 2020 API - Tutti i diritti riservati